Cantare Dante

CANTARE DANTE A SCUOLA

"E' bello Cantare Dante con gli altri ragazzi e ragazze di tutta Italia, dalla Valle d'Aosta, alla Sicilia!".

Con queste parole un'alunna della Scuola Secondaria di primo grado del nostro Istituto Comprensivo offre il suo saluto dalla Grecia Salentina a tutti gli studenti della Penisola coinvolti nel progetto "CANTARE DANTE a scuola" lanciato dal Ministero dell’Istruzione per celebrare i 700 anni dalla scomparsa del Divin poeta.

Il nostro Istituto Comprensivo ha accolto con piacere la proposta avanzata dal Maestro Ambrogio Sparagna di partecipazione al progetto. Così, gli alunni della scuola secondaria, diretti dalla prof.ssa Orsola Quida e dall’esperta di griko Sandra Abbate, si sono cimentati nella trasposizione in griko di un brano del Convivio.

La rivisitazione del Convivio dantesco, letto con gli occhi della tradizione popolare grecanico-salentina, ben si confà allo spirito degli ideatori del progetto che intendevano “continuare a Cantare Dante seguendo quell’antica e affascinante modalità dell’esercizio della poesia cantata”.

Nel brano presentato dal nostro Istituto si utilizzano accanto agli strumenti musicali moderni quelli pastorali e poveri della tradizione grika, mentre la performance è allietata dal canto delle tre soliste e completata dal ballo della pizzica, girato nel cortile della scuola come fosse un'ideale piazza dei nostri paesi.

Alla realizzazione del progetto hanno contribuito i genitori; per le riprese l’ins. Valentina Donno e Gabriella Dimitri; per la sceneggiatura, la regia e il montaggio Sandra Abbate e Lucia Costantini, in rappresentanza dell’Orchestra Sparagnina.

Per guardare il video realizzato dal nostro Istituto consulta questo link

Tutti i video realizzati dalle scuole d'Italia che hanno aderito al progetto saranno invece prossimamente pubblicati su una piattaforma dedicata del Ministero dell'Istruzione.

Le riprese per la realizzazione del video sono state effettuate prima dell'entrata in vigore dell'ordinanza del Ministero della Salute del 12 marzo 2021, che ha inserito la Puglia in zona rossa, e nel rispetto delle misure ministeriali anti contagio da Covid 19.